Digitalizzazione e innovazione
Workshop

20.11.2017
13:15 - 14:45
Palais des Congrès - Biel/Bienne
heitz
Christoph Heitz
Professor, ZHAW
benard
Michel Benard
University Relations Manager Google
Bonaccio
Silvio Bonaccio
Head of ETH transfer, ETHZ
bürer
Nicolas Bürer
Managing Director, digitalswitzerland
hauri
Philip Hauri
Head of Innovation, Swissmem / Industrie 2025
Christina Kehl
Christina Kehl
Co-Founder & Managing Director, Swiss Finance Startups

Per generare più valore aggiunto servono prodotti e servizi nuovi, ossia innovazione. Come rafforzare l'innovazione digitale dell'industria svizzera? E come rendere le innovazioni più appetibili per il mercato?

Partendo da alcune storie di successo di aziende svizzere, nell'ambito di questo workshop cercheremo di rispondere a diverse domande, tra cui: quali innovazioni favorisce la digitalizzazione? Quali sono i fattori chiave per il loro successo? Come riconoscere le difficoltà e i potenziali ostacoli che potrebbero impedirne la realizzazione? Com'è possibile sormontare queste difficoltà?

Risultati del workshop

Tesi selezionate
  1. Per adattare rapidamente la ricerca al mercato occorrono programmi interni di sviluppo mirati e un sostegno esterno professionale.
  2. Le innovazioni digitali semplici consistono nella ricombinazione di tecnologia, modelli commerciali e di processi. Occorre riconoscere e mettere in pratica rapidamente le combinazioni opportune.
  3. Reti e cooperazioni diventano sempre più importanti. Il mondo digitale deve essere esplorato con agilità.
     
Riassunto

La digitalizzazione è un importante motore delle innovazioni, che a loro volta contribuiscono in modo essenziale alla futura competitività della Svizzera. Esaminando alcune storie di successo elvetiche, si nota che esistono diversi tipi di innovazioni promosse dalla digitalizzazione.

A un’estremità dello spettro si collocano i progetti ad alta intensità di ricerca e sviluppo che portano alla creazione di nuovi prodotti. Questi progetti d’innovazione vengono realizzati ad esempio da imprese spin-off e start-up, che hanno l’esigenza di accedere a collaboratori qualificati e devono avere la possibilità di crescere in tempi abbastanza rapidi per poter considerare la Svizzera come «terreno fertile» in cui continuare a svilupparsi.

All’altra estremità vi sono le innovazioni che non si basano su un nuovo algoritmo o prodotto altamente tecnologico, bensì su una combinazione inedita tra tecnologie digitali già affermate e nuovi modelli di processo e di business, con l’obiettivo di rispondere alle esigenze dei clienti in modo più efficace di quanto fatto finora. Un fattore chiave per il successo di questo tipo di soluzioni è la rapidità del processo che, dall’idea iniziale, porta alla maturazione del prodotto e alla sua commercializzazione. Di norma questi progetti vengono sviluppati con grande prontezza e un forte orientamento al mercato.

Nel workshop si è ampiamente condivisa l’opinione secondo cui reti e cooperazioni diventano sempre più importanti per tutte le attività connesse all’innovazione. Una stretta collaborazione fra gli attori chiave è decisiva per la buona riuscita di un progetto. Questi sodalizi assumono sempre più spesso un carattere interdisciplinare e vedono coinvolti specialisti di ambiti diversi.

Soprattutto le start-up sono percepite come veri e propri motori dell’innovazione. Tuttavia la digitalizzazione può portare grandi vantaggi anche alle piccole e medie imprese esistenti, che talvolta guardano ancora con sospetto alle nuove tecnologie. Su questo fronte occorre proseguire l’attività di sensibilizzazione e diffondere una cultura dell’innovazione non solo aiutando le aziende a superare timori e reticenze, ma anche offrendo loro un supporto adeguato per individuare e concretizzare le opportunità offerte dalla digitalizzazione.

Responsabili

  • Commissione per la tecnologia e l'innovazione CTI
  • Swiss Alliance for Data-Intensive Services