Governo elettronico accessibile a tutti

10.07.2019
Contributo di Markus Riesch
Pubblicato sotto:   e-government, pari opportunità, partecipazione, società
Versione originale: tedesco

Il 23 maggio 2019 l’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità (UFPD), la Segreteria e-government Svizzera e la Direzione operativa Svizzera digitale dell'Ufficio federale delle comunicazioni hanno organizzato il convegno «Governo elettronico accessibile a tutti». All'evento hanno partecipato più di 150 rappresentanti delle autorità ed esperti, che hanno discusso le sfide rappresentate dall’accessibilità alle prestazioni elettroniche governative e le misure necessarie per migliorarla.

Le pratiche amministrative possono essere sbrigate tramite diversi canali: per iscritto alla Posta, allo sportello o per via elettronica (e-government). Non è però dato a tutti scegliere liberamente quale canale utilizzare. Mobilità ridotta, disabilità sensoriali o cognitive spesso non lasciano altra possibilità che utilizzare la via elettronica per svolgere autonomamente le pratiche burocratiche. A maggior ragione è importante che il governo elettronico sia aperto a tutti, senza barriere, a prescindere dalle capacità o dalle limitazioni dell'utente. 

Affinché l'accessibilità dell'e-Government elvetico possa diventare realtà in tutta la Svizzera, sono decisivi una serie di fattori.

Attuazione delle disposizioni di legge

Il quadro legale (legge sui disabili, Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e altre direttive a livello federale, cantonale e comunale) sancisce che le prestazioni amministrative delle autorità devono poter essere accessibili via Internet senza barriere. Queste disposizioni devono essere messe in atto in modo coerente. Lo standard di accessibilità eCH 0059 definisce i requisiti che le applicazioni web devono soddisfare per le diverse forme di disabilità. Con l'imminente revisione dello standard eCH 0059 si dovrà stabilire anche come standardizzare la valutazione e la dichiarazione di accessibilità senza barriere.

Valutazione e dichiarazione di accessibilità senza barriere

Su un sito le barriere sono spesso invisibili. Diventano riconoscibili solo quando si utilizzano tecnologie assistive, come ad esempio uno screen reader (lettore schermo). Un esame periodico dell'accessibilità è quindi particolarmente importante. Oltre a una procedura di valutazione standardizzata è centrale introdurre una dichiarazione che attesti l'accessibilità senza barriere dei siti web delle autorità. La dichiarazione di accessibilità dovrà prevedere la possibilità di effettuare segnalazioni, cosicché i disabili potranno comunicare direttamente all'ente interessato eventuali ostacoli.

Sensibilizzazione

Molto resta da fare nell'ambito della sensibilizzazione. La conoscenza crea consapevolezza. Infatti, non appena si capisce quanto l'accessibilità sia utile, cresce la motivazione per concretizzarla. I gruppi target dell'assenza di barriere su Internet tuttavia non sono soltanto le persone affette da disabilità. Anche gli anziani rappresentano una fascia di massima importanza, che in futuro utilizzerà sempre di più, e più a lungo, le offerte del governo elettronico. Anche per loro l'assenza di barriere è indispensabile. La strutturazione dei contenuti prevista per favorire l'accessibilità migliora altresì la leggibilità per le macchine e i contenuti sono quindi ottimizzati anche per motori di ricerca, bot e intelligenza artificiale.

Per concludere, il convegno ha evidenziato come l'assenza di barriere è imprescindibile per raggiungere l'obiettivo ultimo del governo elettronico, ossia l'erogazione alla popolazione di prestazioni delle autorità in forma elettronica.

Comprensione comune dell'accessibilità senza barriere

Accanto alle disposizioni legali occorre creare una comprensione comune dei fondamenti dell'accessibilità nel governo elettronico. Al convegno, l'Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità ha quindi presentato l'idea di stilare una Carta svizzera per l'accessibilità. Intesa come fondamento per una comprensione comune dell'accessibilità, la Carta sarà incentrata sull'assenza di barriere quale parte della cultura aziendale, sull'assimilazione di tale principio nei processi, sull'integrazione di tutti, sul dialogo interno ed esterno così come sulla valutazione continua e il miglioramento dell'accessibilità.

Collaborazione

Il convegno «Governo elettronico accessibile a tutti» ha evidenziato quanto sia importante per le persone con disabilità poter accedere alle prestazioni elettroniche delle autorità. L'accesso per tutti rafforza le pari opportunità nella partecipazione politica (ad es. votazioni ed elezioni tramite voto elettronico) e l'autonomia e l'autodeterminazione nei contatti con le autorità (ad es. compilazione della dichiarazione d’imposta).

Il convegno rappresenta oltretutto un'occasione per consolidare la collaborazione tra Confederazione, Cantoni e Comuni e sviluppare i fattori di successo menzionati.

 

Maggiori informazioni

Markus Riesch
Markus Riesch
Capo della Segreteria per l'accessibilità elettronica della Confederazione presso l'Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità UFPD