Mai senza di noi

24.08.2017
Contributo di Giorgio Pardini
Pubblicato sotto:   digitalizzazione, società

Versione originale: tedesco

Digitalizzazione: tecnolesi o persone libere?

La digitalizzazione non è soltanto una grande trasformazione, ma una vera e propria rivoluzione. Non solo rinnoverà i processi di lavoro e creerà nuove regole economiche. Ha anche già incominciato a sconvolgere il modo in cui viviamo, mettendolo sottosopra.

La digitalizzazione offre opportunità enormi e oggi può prendere due strade diverse: da un lato togliere lavoro e prosperità alle persone e costringerci al precario lavoro da casa sul modello di Uber, dall'altro liberarci dalla mole di lavoro, aumentare il nostro benessere e aiutarci a diventare persone più libere e intelligenti in una Svizzera sostenibile. Il futuro è nelle nostre mani.

Noi del sindacato Syndicom preferiamo concentrarci sulle opportunità che ci offre la digitalizzazione, perché sono le persone che la definiscono. Per questo motivo negli ultimi due anni ci siamo fortemente impegnati ad elaborare proposte per una digitalizzazione sociale e democratica, ad esempio per un servizio pubblico digitale e per il diritto al lavoro.

La parte importante del termine "dialogo digitale" non è tanto "digitale", bensì "dialogo". La tecnologia è entusiasmante, ma il dialogo è indispensabile per vivere. Dobbiamo modellare assieme la società digitale: se non lo facciamo, finiremo per essere dei tecnolesi.

Giorgio Pardini
Giorgio Pardini
Capo settore Telecom/ IT, Syndicom & Kantonsrat Luzern