Un quadro legale per le banche dati decentralizzate

11.07.2017
Contributo di Antoine Verdon
Pubblicato sotto:   innovazione, blockchain

Versione originale: francese

Oggi in molti concordano sul fatto che, in un prossimo futuro, le banche dati decentralizzate (del tipo blockchain) trasformeranno il modo di registrare la proprietà, le transazioni e le obbligazioni.

La Svizzera ha la fortuna di contare numerose società di fama mondiale che sviluppano tali tecnologie, concentrate nella cosiddetta "Crypto Valley" nel Cantone di Zugo. Questa posizione privilegiata è messa a repentaglio dalla mancanza di chiarezza sotto il profilo giuridico per quanto riguarda l'emissione e il possesso di beni virtuali ("cryptoassets").  

Per conservare il suo primato la Svizzera deve compiere un ulteriore passo e definire la nozione di proprietà virtuale ("cryptoproperty"), nonché i diritti (recupero in caso di fallimento, ad esempio) e i doveri (lotta contro il riciclaggio di denaro, ad esempio) correlati a questo nuovo tipo di attivo.

antoine verdon
Antoine Verdon
Presidente Swiss LegalTech Association