Misure per il rafforzamento della fiducia intergovernativa in seno all'OSCE

Nel 2013 e nel 2016, i 57 Stati partecipanti dell'OSCE hanno adottato un totale di 16 misure di rafforzamento della fiducia (CBM) nel cyberspazio tese a migliorare la comunicazione in caso di incidenti informatici e ad armonizzare le politiche; l'intento è quello di ridurre il rischio di malintesi e interpretazioni errate, creare fiducia ed evitare l’escalation. Attraverso il DFAE (Ufficio dell’Inviato speciale per la politica estera e di sicurezza in ambito cyber), la Svizzera si impegna a rendere operativa la CBM n. 3, che mira a definire meglio quali canali di comunicazione e di consultazione rendere disponibili in caso di un grave incidente informatico.

Stato
permanente
Fine: 4° Trimestre (Q4) 2021
Responsibili
Dipartimento federale degli affari esteri DFAE
Ufficio dell’Inviato speciale per la politica estera e di sicurezza in ambito cyber
Partner

Strategia
Campo d'azione

Impegno internazionale


>>>
Obiettivo assegnato

La Svizzera si impegna a favore di uno spazio digitale sicuro e affidabile


>>>